L'italiano in Svizzera

I nostri visitatori italiani a volte ignorano che in Svizzera si parlano quattro lingue e che tre di esse hanno lo statuto di lingua ufficiale (tedesco, francese e italiano), mentre la quarta, il romancio, è lingua nazionale ma non ufficiale. 

L'italiano si parla nel canton Ticino, dov'è la sola lingua ufficiale. In Ticino tutti gli atti ufficiali dell'autorità, l'insegnamento scolastico, gli atti di polizia, le insegne stradali sono in italiano e solo in italiano. La lingua di Dante è una lingua ufficiale anche nel cantone dei Grigioni, accanto però al tedesco e al romancio. Le valli di lingua italiana del Grigioni sono quattro (Val Calanca, Mesolcina, Bregaglia e Poschiavo). In queste aree l'italiano ha status di lingua ufficiale come succede in Ticino.

Grazie principalmente all'immigrazione italiana degli anni '60 e '70 l'italiano è diffusissimo anche fuori dai cantoni italofoni. Si dice sempre, ad esempio, che Zurigo è la maggiore città italiana di Svizzera. Ma questa realtà sta cambiando, con l'assorbimento delle seconde generazioni di immigrati. Verosimilmente la maggior città di lingua italiana in Svizzera è ora Lugano.

Nel canton Ticino e nei Grigioni si parla dunque italiano, anche se per buona parte della popolazione la vera lingua madre è il dialetto, una variante settentrionale del dialetto lombardo. Le ultime generazioni, comunque, sono in maggior parte italofone e usano il dialetto sporadicamente.

 

 

Una lingua forte

La forza dell'italiano in Svizzera, nonostante i timori esistenti nel passato per una possibile germanizzazione, è immutata. I censimenti mostrano che, per quel che riguarda l'italiano "territoriale" (ossia quello parlato nei cantoni Ticino e Grigioni) non c'è alcuna perdita ma piuttosto la tendenza inversa. Diverso il discorso per l'italiano dell'emigrazione, che viene invece lentamente riassorbito. Quindi se dal punto di vista del peso all'interno della Confederazione e soprattutto della macchina amministrativa federale, l'italiano sta effettivamente perdendo colpi, a livello di forza sul territorio la lingua di Dante in terra rossocrociata gode di ottima salute.